Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Salerno. Omicidio della piccola Jolanda. La Procura nocerina ha richiesto l'ergastolo per Giuseppe Passariello e Immacolata Monti.

Immagine della notizia (Miniatura di Berthold Werner su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

La pubblica accusa ha richiesto la condanna all'ergastolo per Giuseppe Passariello e Immacolata Monti, imputati per l'omicidio della loro figlia di soli 8 mesi, Jolanda.

La bambina perse la vita dopo essere stata trasportata all'ospedale di Nocera Inferiore la notte tra il 21 e il 22 giugno 2019. Risiedeva nella casa della coppia a Sant'Egidio del Monte Albino (Salerno), dove sarebbero avvenuti i presunti maltrattamenti che le stroncarono la vita.

Nella precedente udienza, che si era tenuta alla fine di marzo, i due genitori avevano ricostruito con frasi confuse quanto avvenuto durante la notte del delitto. Avevano attribuito le lesioni sul corpo della vittima alle bruciature causate dal latte bollente. Una motivazione che non ha per niente convinto gli inquirenti. La Procura nocerina sostiene che la piccola sia stata soffocata con un cuscino.

Il difensore di Immacolata Monti, invece, ha chiesto l'assoluzione per la sua assistita, ribadendo il fatto che la madre si trovasse in un'altra stanza al momento dell'omicidio, e dunque avrebbe avuto un ruolo marginale.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.