Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Merano. Omicidio Alexandra Riffeser del settembre 2018. Confermata in Appello la condanna a 30 anni per il marito Johannes Beutel.

Immagine della notizia (Miniatura di Böhringer Friedrich su Wipimedia Commons, licenza CC BY-SA 2.5)

La Corte d'Appello di Bolzano ha confermato la condanna di primo grado a 30 anni di reclusione, con rito abbreviato, a carico di Johannes Beutel, l'austriaco 40enne che il 24 settembre 2018 uccise la moglie Alexandra Riffeser con 43 coltellate.

Il delitto avvenne nell'abitazione della coppia a Merano. Anche in secondo grado è stata riconosciuta l'aggravante della crudeltà, che era stata messa in discussione dalla difesa. La Procura Generale invece aveva richiesto la conferma della sentenza emessa in primo grado.

La condanna a 30 anni rappresenta il massimo della pena con rito abbreviato per omicidio volontario aggravato. Gli avvocati difensori hanno annunciato il ricorso in Cassazione.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.