Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Trento. Omicidio Eleonora Perraro. Marco Manfrini ascoltato al processo: "Non ho ucciso mia moglie, non ricordo nulla di quella notte".

Immagine della notizia (Miniatura di Sailko su Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Marco Manfrini ha continuato a negare l'omicidio della moglie. L'uomo è stato sentito stamane in Corte d'Assise a Trento per il processo a suo carico. Ha sostenuto di non ricordare nulla della notte tra il 4 e il 5 settembre del 2019, quando Eleonora Perraro perse la vita nel guardino del locale Sesto Grado di Nago Torbole.

"Mi sono addormentato prima di lei e mi sono risvegliato sporco di sangue con lei già morta, non ricordo nulla", ha riferito l'imputato. Manfrini ha continuato a negare anche i maltrattamenti, nonostante la vittima lo avesse denunciato tempo prima: "Eleonora stava male di suo, forse per questo è andata dai Carabinieri a dire una cosa per un'altra, non so perché mi avesse denunciato".

Per l'uomo sono infondate anche le accuse, costategli poi un patteggiamento per lesioni e violenza sessuale, mosse dalla ex moglie e madre di sua figlia, che aveva raccontato di abusi e maltrattamenti. "Tutto falso", ha ripetuto.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.