Menu Ricerca voce
Menu
Visualizza la notizia precedente
Visualizza la notizia successiva

Salerno. Omicidio della piccola Jolanda. Condannati in primo grado i genitori. Ergastolo per il padre, 24 anni di reclusione per la madre.

Immagine della notizia (Miniatura di Berthold Werner su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

A uccidere la piccola Jolanda, una bambina di 8 mesi, furono i genitori, Giuseppe Passariello e Immacolata Monti. A deciderlo i giudici della Corte d'Assise di Salerno, che nella giornata di ieri, 29 aprile, hanno emesso la sentenza del processo di primo grado.

Condannato all'ergastolo il padre, Giuseppe Passariello, e a 24 anni di reclusione la madre, Immacolata Monti. Faranno certamante ricorso i legali difensori, che avevano sostenuto come la bimba fosse morta per una polmonite. La pubblica accusa aveva chiesto il massimo della pena per entrambi gli imputati.

I fatti risalgono alla notte del 21 giugno del 2019, a Sant'Egidio del Monte Albino, nella casa della coppia. Fu un'amica della madre, dietro suo sollecito, ad allertare il 118 per comunicare che Jolanda non respirava più. Il medico, una volta sul posto, riscontrò sul suo corpo edemi, bruciature ed escoriazioni. Quei segni, secondo le indagini, furono il risultato di almeno quindici giorni di maltrattamenti commessi sulla piccola. La morte sarebbe avvenuta per soffocamento, probabilmente con l'utilizzo di un cuscino.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.