S.Paolo Belsito. Omicidio Ylenia Lombardo. Napolitano ha confessato. Uccisa per una carta prepagata. Prima le botte, poi l'incendio.

Immagine della notizia

Ha ammesso di averla uccisa. Andrea Napolitano, 39 anni, ora in stato di fermo, ha raccontato agli inquirenti di aver assassinato e dato alle fiamme la 33enne Ylenia Lombardo a San Paolo Bel Sito (Napoli), mercoledì pomeriggio.

Secondo quanto ha raccontato ai Carabinieri, la sua furia omicida è scattata non ritrovando la sua carta prepagata carica di circa 15mila euro. Ha pensato fosse stata Ylenia a prenderla. Ha iniziato a prenderla a pugni, calci, poi quando probabilmente l'aveva già uccisa, ha appiccato il fuoco nella sua camera da letto e l'ha chiusa nell'appartamento mentre andava via.

Napolitano a quel punto è tornato a casa e si è cambiato. I militari hanno trovato le scarpe sporche di sangue sul terrazzo di casa, così come tracce ematiche sui pantaloni. L'uomo soffre di gravi patologie psichiatriche.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.