Torino. Omicidio Angela Dargenio. L'ex marito ha sparato 8 volte. La vittima colpita anche alla testa. Arresto convalidato dal gip.

Immagine della notizia (Miniatura di stephane333 su Flickr, licenza CC BY-SA 2.0)

È stata colpita anche alla testa Angela Dargenio, la 48 enne assassinata sul pianerottolo di casa dall'ex marito, la guardia giurata di 51 anni Massimo Bianco. È quanto emerso dall'autopsia eseguita nella giornata di ieri. La "Smith & Wesson" dell'uomo ha fatto fuoco otto volte.

Spari sentiti anche dai vicini di casa che hanno chiamato la Polizia. Dopo aver compiuto il gesto, secondo quanto ricostruito, Bianco è salito a casa sua, lasciando la porta semi chiusa. I poliziotti hanno seguito i bossoli sulle scale fino all'appartemento dell'uomo: "Sono stato io, non agitatevi", avrebbe detto quando ha visto gli agenti. Il gip ha intanto convalidato l'arresto.

"Non ricorda quanti colpi ha sparato, ricorda solo la discussione - riferisce il legale del 51enne - Non escludo l'intervento di uno psichiatra di parte per chiarire gli aspetti emotivi della vicenda".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.