Savona. Ragazza denuncia una violenza sessuale di gruppo avvenuta durante una festa. Due giovani agli arresti domiciliari.

Immagine della notizia (Miniatura di LANOEL su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

I poliziotti della Squadra Mobile hanno dato esecuzione a due misure di custodia cautelare agli arresti domiciliari emesse dall'Autorità Giudiziaria a carico di due giovani, con l'accusa di violenza sessuale di gruppo.

Secondo la ricostruzione dei fatti i due, entrambi 20enni e di origine straniera, ma residenti da lungo tempo in Italia, avrebbero approfittato della sorella di un loro amico nel corso di una festicciola in casa durante la quale sono state consumate bevande alcoliche.

Mentre il fratello della vittima, anch'egli sotto effetto dell'alcol, si trovava in un'altra stanza a dormire, i due arrestati avrebbero sottoposto la giovane, poco più che maggiorenne, a pesanti e ripetute avance che a un certo punto, nonostante i suoi ripetuti rifiuti, sono degenerate sfociando nella violenza sessuale.

L'episodio si è verificato in un alloggio di Savona. A sporgere denuncia è stata la stessa vittima. La 18enne, passati due giorni dalla terribile esperienza, si è aperta e confidata con una sua amica, che l'ha convinta a denunciare l'accaduto. Da lì sono partite le indagini della Squadra Mobile.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.