Novellara. Omicidio Saman Abbas. Il cugino Ikram Ijaz si avvale della facoltà di non rispondere e nega le accuse.

Immagine della notizia (Miniatura di Andreab82 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Ikram Ijaz, cugino di Saman Abbas, si è detto estraneo alla sparizione della ragazza. Lo ha spiegato il proprio legale al termine dell'interrogatorio di garanzia avvenuto stamane, 11 giugno 2021, dinanzi al gip.

Il pachistano si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma ha reso alcune dichiarazioni spontanee. "Ha manifestato l'intenzione di rendere dichiarazioni più approfondite al pm nei prossimi giorni, con la volontà di spiegare i propri movimenti, sia in relazione ai giorni di cui si tratta che al suo allontanamento dal territorio nazionale", ha precisato l'avvocato.

Ijaz, attualmente nel carcere di Reggio Emilia, era stato fermato nei giorni scorsi a Nimes, in Francia, mentre cercava di raggiungere dei parenti in Spagna. L'accusa nei suoi confronti è di omicidio. Sarebbe complice dell'uccisione e dell'occultamento del cadavere di Saman insieme ai genitori, un cugino e uno zio della 18enne.

La giovane si era ribellata al conseguimento di un matrimonio combinato, organizzato dai genitori e da celebrare in Pakistan.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.