Napoli. Una partita amichevole in memoria di Norina Matuozzo, la donna di Melito uccisa dell'ex compagno nel 2019.

Immagine della notizia (Miniatura di Steve Morgan su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Il calcio come strumento di contrasto e prevenzione contro la violenza sulle donne. Una partita amichevole per sensibilizzare le coscienze sul fenomeno del femminicidio. Questo vuole essere il memorial, in programma oggi 14 giugno 2021, alle 17.30 nella sede della scuola calcio Arci Scampia in via Fratelli Cervi Lotto U.

Un momento di sport, solidarietà e riflessione dedicato a Norina Matuozzo, giovane donna a cui il marito spezzò la vita dopo la fine del loro rapporto.A volere fortemente l'evento è stata l'associazione Dream Team guidata dalla presidente Patrizia Palumbo, il cui centro antiviolenza con disposizione dirigenziale del Comune di Napoli, è diventato ormai centro accreditato per l'intero territorio regionale.

Un riconoscimento importante per chi da anni opera sul territorio a favore delle donne vittime di violenza e non solo. Ma soprattutto una realtà che durante la pandemia ha continuato a garantire accoglienza e sostegno alle utenti sia in presenza che da remoto. Domani pomeriggio dunque l'amichevole che vedrà in campo le squadre di calcio femminile sarà dedicata alla memoria di Norina.

La vittima fu uccisa il 2 marzo 2019 a soli 33 anni, dopo aver scoperto che il marito, Salvatore Tamburrino, la tradiva. L'uomo, che i giudici hanno condannato all'ergastolo, la incontrò in casa dei genitori a Melito, dove la moglie aveva trovato riparo, uccidendola a colpi di pistola davanti ai figli e ai genitori.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.