Castelnuovo Magra. Omicidio Alessandra Piga. L'audio del marito e la scritta con il sangue accanto al cadavere della vittima.

Immagine della notizia (Miniatura di Alessandro Accardo su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

C'è una registrazione audio nelle mani dei Carabinieri in cui Yassine Erroum, il 30enne che ha massacrato a coltellate la moglie Alessandra Piga, parla mentre viene trasportato all'ospedale Noa di Massa.

Racconta l'accaduto e nel colloquio afferma di aver perso la testa quando Alessandra gli aveva chiesto 200 euro per fargli vedere il figlio. Si tratta di un atto privo di valore giuridico, visto che è avvenuto senza la presenza del suo legale, ma che assume una notevole importanza per le indagini che stanno svolgendo i Carabinieri.

Nel corso della perquisizione fatta nella casa dove si è consumato l'omicidio, i militari hanno trovato tanto sangue in ogni stanza, il corpo straziato della povera Alessandra e tracce di cocaina, oltre a una somma di denaro di circa 400 euro. Vicino al cadavere della ragazza, un'inquietante scritta fatta col sangue: "Lo amo". Gli investigatori ritengono che sia stato lo stesso assassino a scriverla, forse per depistare le indagini.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.