Palermo. Omicidio Ruxandra Vesco del 2015. Chiuse le indagini della Procura. Damiano Torrente verso il rinvio a giudizio.

Immagine della notizia

La ritrattazione dopo la confessione non scalfisce le certezze della Procura. Secondo l'accusa, Damiano Torrente, 48 anni, pescatore dell'Acquasanta, ha ucciso Ruxandra Vesco nel 2015 e si è disfatto del corpo gettandolo dal Monte Pellegrino.

L'uomo ha ricevuto l'avviso di conclusione delle indagini, preludio della richiesta di rinvio giudizio, firmato dai pm. L'omicidio viene contestato senza aggravanti.

La richiesta muove da due presupposti: i resti ossei sono della 38enne di origini rumene e Torrente sarebbe capace di intendere e di volere. Su quest'ultimo punto restano i fortissimi dubbi del legale che assiste l'indiziato.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.