Arese. Omicidio Silvia Villegas Guzman. Il marito Rodriguez Diaz al gip: "Non volevo ucciderla". La verità dall'autopsia.

Immagine della notizia (Miniatura di Liuc4gv su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Jaime Moises Rodriguez Diaz ha parlato a lungo davanti al gip nel corso dell'interrogatorio di garanzia. Il manager messicano di 41 anni è accusato dell'omicidio della moglie Silvia Susana Villegas Guzman, avvenuto lo scorso 19 giugno ad Arese in provincia di Milano.

L'uomo ha risposto alle domande e ha fornito un racconto dettagliato dell'epilogo della lite degenerata nella morte della coniuge. Una versione che però rende necessaria l'attesa dell'esito dell'autopsia per capire quale sia la verità sulle ultime ore della donna.

Le ipotesi sono asfissia meccanica da soffocamento o una spinta che avrebbe provocato una caduta accidentale della vittima. La lesione che la 48enne riportava alla testa farebbe anche pensare a uno coltellata in faccia, che l'avrebbe stordita prima di essere strangolata.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.