Santa Maria Capua Vetere. Segregata per mesi in casa dall'ex marito: un 30enne condannato a 4 anni di reclusione.

Immagine della notizia (Miniatura di jimmyweee su Flickr, licenza CC BY 2.0)

È stata segregata per mesi in casa dal coniuge e sottoposta a continue aggressioni, poi ha trovato il coraggio e la forza di scappare e rifugiarsi presso una struttura protetta per donne vittime di violenza, quindi ha denunciato e fatto condannare l'uomo.

È una storia che arriva da Caserta, e che ha visto una donna tunisina ottenere una sentenza di condanna a 4 anni di reclusione ai danni dell'ex marito, per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni.

Il verdetto è stato emesso dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, che ha disposto anche 5 anni di interdizione per l'imputato, un 30enne di origini tunisine, ma cresciuto in Italia.

L'ex moglie aveva trovato rifugio presso la struttura protetta "Centro Aurora" di Spazio Donna Caserta, e lì, assistita da un legale, ha trovato il coraggio di denunciare e ripercorrere nel corso del processo le violenze subite.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.