Trieste. Omicidio Tatiana Tulissi del 2008 a Manzano (Udine). La difesa chiede l'assoluzione per l'imputato Paolo Calligaris.

Immagine della notizia

L'ipotesi che sia stato Paolo Calligaris a uccidere Tatiana Tulissi è incompatibile con quanto ricostruito nella sentenza, dal punto di vista della verosimiglianza e soprattutto da quello cronologico.

È l'argomento principale del difensore di Calligaris che durante l'arringa in Corte d'Assise a Trieste ha chiesto l'assoluzione con formula piena per il suo assistito. L'imprenditore di Manzano (Udine) è stato condannato in primo grado, con rito abbreviato, a 16 anni di reclusione per l'omicidio avvenuto nella villa di famiglia nel 2008. La donna era stata freddata con diversi colpi di arma da fuoco.

Secondo il legale sono del tutto compatibili e plausibili le tre piste alternative, ovvero una rapina finita male, un omicidio su commissione e la possibilità che l'uccisione di Tatiana sia avvenuta prima che Calligaris tornasse a casa.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.