Ottaviano. Omicidio Vincenza Tortora a Somma Vesuviana. Convalidato l'arresto in carcere per il marito Francesco Nunziata.

Immagine della notizia

È stato confermato l'arresto per Francesco Nunziata, il 70enne reo confesso dell'omicidio di sua moglie, Vincenza Tortora nel parcheggio del supermercato che i coniugi gestivano a Somma Vesuviana. Questa mattina, 19 luglio, si è svolto l'interrogatorio di garanzia di fronte al gip.

Il giudice ha deciso di non concedere misure cautelari più miti, dunque Nunziata resta in carcere. L'imprenditore avrebbe ribadito quanto già riferito al pubblico ministero dopo essersi costituito alla caserma dei Carabinieri di Ottaviano (Napoli), comune dove abitava insieme alla moglie.

L'uomo avrebbe raccontato di aver compiuto il folle gesto perché sospettava di una relazione extraconiugale. La mancata concessione degli arresti domiciliari va ricercata nel pericolo di reiterazione del reato. Intanto Francesco Gifuni, l'uomo ferito da Nunziata durante l'aggressione, migliora e ribadisce di non aver mai intrattenuto alcuna relazione con la vittima, vent'anni maggiore di lui.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.