Bologna. Omicidio Cinzia Fusi a Copparo (Ferrara). Confermato in Corte d'Appello l'ergastolo per Saverio Cervellati.

Immagine della notizia

La Corte d'Appello di Bologna ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Ferrara, cioè l'ergastolo nei confronti di Saverio Cervellati, il 55enne di Copparo che la mattina del 24 agosto 2019 uccise Cinzia Fusi, colpendola ripetutamente alla testa con un martello.

"Sono soddisfatto perché non è stata riconosciuta nessuna attenuante, né quella della provocazione, né le attenuanti generiche che avrebbero alleviato la pena", ha spiegato il legale di parte civile. "Ciò che più ha importanza è che venga punito un atto crudele, disumano, come quello che ha tolto barbaramente la vita a una giovane donna" ha detto il sindaco di Copparo, Fabrizio Pagnoni.

"Un verdetto importante per la comunità, che deve essere unita, nella difesa della dignità e della vita umana, nel respingere ogni atto di violenza, nel coltivare la cultura del rispetto, prevenendo tragedie come quella che ha spento l'esistenza di Cinzia", ha sottolineato il primo cittadino di Copparo.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.