Monterotondo Marittimo. Un 48enne telefona al 112 e confessa di aver ucciso la compagna 46enne. L'omicidio avvenuto nella notte.

Immagine della notizia (Miniatura di Mongolo1984 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Intorno alle 00.20 della scorsa notte un uomo ha telefonato al 112 rivelando di aver commesso un omicidio. L'individuo, in preda ad un forte stato di agitazione, non era in grado di specificare dove si trovasse, riuscendo solamente a riferire più volte di aver ammazzato la fidanzata.

Lo stesso, diversi minuti più tardi, è stato localizzato dai Carabinieri in un'area periferica del comune di Monterotondo Marittimo in provincia di Grosseto. Si tratta di un 48enne che, in lacrime e con i vestiti sporchi di sangue, si trovata davanti all'auto con all'interno il corpo senza vita della compagna di 46 anni che presentava una vistosa ferita al collo.

La coppia si era trasferita da poco a Monterotondo. Sconosciuti al momento i motivi del gesto sul quale stanno indagando i militari. L'uomo è stato caricato in auto e trasportato in caserma per essere sottoposto a interrogatorio. Nei suoi confronti è stato emesso l'arresto per omicidio volontario.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.