Noventa Vicentina. Donna uccisa ieri dall'ex compagno. L'omicida ancora in fuga. Aveva già una condanna per violenze.

Immagine della notizia (Miniatura di Threecharlie su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

La vittima si chiama Rita Amenze e aveva 30 anni. Originaria della Nigeria, era arrivata quattro anni fa in Italia come rifugiata per cercare condizioni lavorative migliori. Aveva trovato un'occupazione a Noventa Vicentina.

Nella giornata di ieri, 10 settembre 2021, è stata uccisa dall'ex compagno Pierangelo Pellizzari, 61 anni, disoccupato e con una condanna proprio per le violenze inflitte alla ex. L'uomo l'ha raggiunta nei pressi dell'azienda dove lei lavorava e l'ha uccisa con quattro colpi di pistola.

Nel 2018 lui e Amenze si erano sposati. Poi la separazione. Da qualche mese che i due non condividevano più la stessa casa: lei era andata via poiché le liti continue erano diventate insostenibili. Alla base del conflitto ci sarebbe la volontà di lei di far arrivare in Italia i suoi tre figli, rimasti in Nigeria.

Dopo l'agguato, Pellizzari è fuggito, prima a bordo della sua Jeep grigia, poi ha cambiato mezzo e si è allontanato con la Vespa e, infine, ha fatto perdere le sue tracce nelle campagne a piedi. Nella mattinata dell'11 settembre non è stato ancora catturato.

La pistola con la quale ha compiuto l'omicidio non era regolarmente detenuta. Nel 2008 i Carabinieri del paese avevano inviato una relazione in Questura per i suoi atteggiamenti violenti e si era proceduto alla revoca del porto d'armi.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.