Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Vicenza. Omicidio Rita Amenze. Pellizzari accusato anche di rapina. Dopo l'agguato avrebbe sottratto il portafogli della vittima.

Immagine della notizia (Miniatura di Micronautilus su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Vicenza. Omicidio Rita Amenze. Pellizzari accusato anche di rapina. Dopo l'agguato avrebbe sottratto il portafogli della vittima.

L'interrogatorio di convalida dell'arresto di Pierangelo Pellizzari, il 61enne accusato dell'omicidio della moglie 30enne Rita Amenze, si terrà martedì tra le mura del carcere San Pio X di Vicenza dove l'uomo è rinchiuso.

Dopo una fuga durata più di 30 ore i Carabinieri lo hanno sorpreso all'interno della casa disabitata dove viveva la madre e a pochi passi dalla sua abitazione a Villaga (Vicenza). Dopo l'arresto Pellizzari è stato condotto in caserma, ma davanti ai pm si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Gli investigatori contestano al 61enne le accuse di omicidio aggravato, porto abusivo di arma e minaccia aggravata. A questo si aggiunge anche il reato di rapina perché, dopo aver sparato alla moglie almeno 3 colpi di pistola, uno alla schiena e due al volto, ha sottratto il portafoglio della 30enne.

Le indagini proseguono ora per rintracciare l'arma del delitto, verificarne la provenienza e capire cosa Pellizzari avesse fatto prima dell'omicidio e fino alla momento dell'arresto, oltre che comprendere il movente ed eventuali coinvolgimenti di terze persone nelle ore della fuga.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍