Pavia. Omicidio Lidia Peschechera. L'esito della perizia su Alessio Nigro: "Il reo confesso è capace di intendere e di volere".

Immagine della notizia (Miniatura di Luca Volpi su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Per il perito nominato dal Tribunale, lo psichiatra Pietro Caronna, Alessio Nigro, il 28enne reo confesso dell'omicidio della 49enne Lidia Peschechera, uccisa a febbraio nel suo appartamento al Ticinello di Pavia, è in grado di intendere e di volere.

È l'esito dell'incidente probatorio che si è tenuto lunedì scorso in Tribunale. "Mi risulta anomalo - dice il difensore di Nigro, l'avvocato Giuseppe Caly - che il perito sia giunto a questa conclusione pur dichiarando che il test effettuato non è valido. Depositeremo la perizia di parte, che trae conclusioni opposte".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.