Cremona. Donna uccisa a coltellate. Il figlio presunto killer in fuga. Catturato dalla Polizia in serata. Soffriva di problemi psichiatrici.

Immagine della notizia (Miniatura di trolvag su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Younes El Yassire, l'uomo di 35 anni accusato di aver ucciso ieri, giovedì 23 settembre, con una coltellata alla gola la madre Fatna Moukhrif a Cremona, è stato fermato in tarda serata dagli agenti di Polizia che erano sulle sue tracce dal primo pomeriggio.

In passato era stato in cura per problemi psichiatrici e, secondo le cognate, non assumeva più i farmaci da alcuni mesi per sua volontà. È stato bloccato mentre vagava nella periferia della città. Si è fatto catturare senza dire una parola.

L'uomo ha ucciso la madre colpendola al collo con una sola coltellata. Nulla da fare per Fatna Moukhrif, 54 anni, originaria del Marocco ma da tempo residente nella città lombarda. Il drammatico gesto probabilmente al culmine di una lite.

Il cadavere è stato trovato dal marito della vittima nell'abitazione di Cambonino, quartiere popolare di Cremona, dove la coppia viveva insieme al figlio.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.