Castel Sant'Elia. Uccide la moglie con un fucile davanti alla figlia, poi si suicida. La coppia era in fase di separazione.

Immagine della notizia (Miniatura di CRoberto68 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Ha premuto il grilletto prima contro la moglie e poi ha puntato il fucile da caccia contro si sé. È successo nella serata di sabato 25 settembre 2021 a Castel Sant'Elia in provincia di Viterbo.

Il 65enne Ciriaco Pigliaru ha ucciso la moglie Anna Cupelloni con un colpo di arma a canna lunga e poi si è tolto la vita con lo stesso fucile, davanti a una delle figlie.

A dare l'allarme è stata la ragazza che, disperata, ha chiamato i soccorsi. Una drammatica telefonata in cui ha raccontato quello che era appena successo. All'arrivo dei soccorritori nell'abitazione, per la coppia non c'era più nulla da fare. Sulla vicenda indagano i Carabinieri della compagnia di Civita Castellana.

Dalle prime informazioni sembra che la coppia stesse in fase di separazione e che proprio per questo motivo l'uomo da qualche mese non vivesse più con la moglie. A quanto ricostruito dagli investigatori, sembra però che non ci fossero state avvisaglie che potessero far presagire un epilogo del genere.

"Un dramma che ci coinvolge: la morte improvvisa dei coniugi, Ciriaco e Anna, qualcosa di tragico per tutta la nostra comunità" ha scritto su Facebook il sindaco di Castel Sant'Elia, Vincenzo Girolami. "Le parole sono strette, soprattutto nei momenti come questi - ha aggiunto il sindaco -. Esprimiamo il nostro cordoglio alle figlie, Valentina e Valeria, e a tutti gli altri familiari".

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.