Teramo. Omicidio Mihaela Roua a Nereto. L'ex compagno Cristian Daravoinea condannato in primo grado a 21 anni di reclusione.

Immagine della notizia (Miniatura di Interminatispazi su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 4.0)

Ventuno anni di reclusione dovrà scontare, in carcere, il camionista 37enne Cristian Daravoinea che esattamente due anni fa, il 9 ottobre del 2019, uccise con due coltellate la compagna Mihaela Roua, a Nereto in provincia di Teramo.

Lo hanno deciso i giudici della Corte d'Assise. La Procura, rappresentata dal pm Davide Rosati, aveva chiesto una pena di 24 anni. L'omicidio si era consumato, al culmine di una violenta lite, nell'appartamento di Nereto in cui vivevano i due, che erano in fase di separazione.

A scoprire il corpo senza vita di Mihaela erano stati i Vigili del Fuoco, intervenuti dopo l'allarme lanciato da un'amica che non riusciva a mettersi in contatto con la donna. Sul posto erano arrivati i Carabinieri del reparto operativo del comando di Teramo, che poche ore dopo riuscirono a rintracciare il 37enne a Tortoreto.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.