Cadoneghe. Omicidio Aycha El Abioui. Chiesto il processo per il marito Abdelfettah Jennati. La difesa depositerà una perizia psichiatrica.

Immagine della notizia (Miniatura di Threecharlie su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

La Procura ha chiesto il processo per Abdelfettah Jennati. Il 40enne è accusato dell'omicidio premeditato della moglie Aycha El Abioui, 31 anni, madre dei suoi tre figli.

Secondo le indagini, i giorni prima del delitto consumato la sera del 24 novembre 2020, l'uomo avrebbe cercato in rete attraverso il suo smartphone tutta una serie di veleni. Avrebbe così maturato da tempo l'intenzione di sbarazzarsi di sua moglie, poi massacrata sul letto della camera matrimoniale, con un paio di pugnalate al petto.

I legali dell'indiziato hanno prodotto tutta una serie di documenti con l'unico obiettivo di dimostrare che il 40enne sia una persona incapace di intendere e di volere. Gli avvocati, a giorni, depositeranno una perizia psichiatrica.

FemminicidioItalia.info utilizza i cookie. Puoi negare il consenso al loro uso consultando l'informativa estesa.