Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Adria. Omicidio Giulia Lazzari. Concesse le attenuanti a Roberto Lo Coco. Pena ridotta in Appello dall'ergastolo a 24 anni.

Immagine della notizia (Miniatura di Franco Dal Molin su Flickr, licenza CC BY-SA 2.0)

Adria. Omicidio Giulia Lazzari. Concesse le attenuanti a Roberto Lo Coco. Pena ridotta in Appello dall'ergastolo a 24 anni.

Pena ridotta dall'ergastolo a 24 anni di carcere per Roberto Lo Coco, il 30enne di Adria (Rovigo), che ha soffocato mortalmente la moglie Giulia Lazzari.

A dare l'allarme, quel drammatico martedì dell'8 ottobre 2019, il fratello del marito. Il personale del Suem si è trovato a fronteggiare una scena terrificante. A scatenare la violenza dell'uomo la volontà della moglie di interrompere il rapporto. Roberto Lo Coco, con problemi di tossicodipendenza, ha tentato di dissuaderla, poi l'aggressione mortale e un maldestro tentativo di farla finita.

Giulia Lazzari, priva di conoscenza da diversi minuti, è arrivata in ospedale in condizioni già gravissime. È deceduta nove giorni dopo, giovedì 17 ottobre 2019.

Il 15 gennaio 2021 la sentenza della Corte d'Assise di Rovigo. Durissima la richiesta del pm, che ha chiesto e ottenuto l'ergastolo, escludendo l'aggravante della premeditazione.

La difesa di Lo Coco ha fatto ricorso, la Corte d'Appello di Venezia si è pronunciata ieri, martedì 16 novembre, accogliendo le richieste del collegio difensivo, concedendo le attenuanti generiche, riducendo di fatto la pena a 24 anni di carcere.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍