Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Reggio Emilia. Omicidio Juana Cecilia Hazana Loayza. Mirko Genco davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Immagine della notizia (Miniatura di PhotoVim su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Reggio Emilia. Omicidio Juana Cecilia Hazana Loayza. Mirko Genco davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Ieri mattina, 23 novembre 2021, in tribunale a Reggio Emilia si è tenuta l'udienza di convalida dell'arresto per il 24enne Mirko Genco, accusato dell'omicidio della 34enne Juana Cecilia Hazana Loayza.

Il giovane, che il giorno del fermo giudiziario ha confessato il delitto, si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice. Il 24enne era in video collegamento dal carcere dove si trova recluso.

L'avvocata che lo assiste, Alessandra Bonini, non ha chiesto misure alternative come i domiciliari perché il giovane non avrebbe un posto dove andare. I nonni con cui viveva a Parma si sarebbero rifiutati di accoglierlo.

Mirko Genco è figlio di una vittima di femminicidio: Alessa Della Pia, uccisa a soli 39 anni nel dicembre del 2015 dall'ex compagno.

Intanto sulla salma della vittima sarà effettuata l'autopsia per capire se si è verificata o meno l'eventuale violenza sessuale, contestata dalla Procura. Nell'ultimo tragitto percorso insieme alla donna, nel parco di via Patti a Reggio Emilia, Genco l'aveva prima strangolata per poi finirla con un coltello, gettato a pochi metri dal cadavere.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍