Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Trieste. Il giallo della scomparsa di Liliana Resinovich, la donna di 62 anni uscita la mattina del 14 dicembre e mai più tornata a casa.

Immagine della notizia (Miniatura di Gabriel Marchionni su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Trieste. Il giallo della scomparsa di Liliana Resinovich, la donna di 62 anni uscita la mattina del 14 dicembre e mai più tornata a casa.

Di Liliana Resinovich non si hanno notizie da venti giorni: l'ultima traccia risale allo scorso 14 dicembre. Per il momento è avvolta nel mistero la scomparsa della triestina di 62 anni. Cellulari e portafoglio sono stati trovati nella sua abitazione, dove viveva con il marito, Sebastiano Visintin: di lei, però, non si è avuta più alcuna notizia.

Secondo quanto si apprende, la donna avrebbe utilizzato il cellulare l'ultima volta proprio la mattina del 14 dicembre per chiamare un anziano amico, 80enne, da cui era solita recarsi il martedì per aiutarlo nelle faccende domestiche. Lo avrebbe avvisato che quel giorno avrebbe fatto tardi rispetto al solito perché doveva portare lo smartphone in un negozio di telefonia per una riparazione. I due telefoni, però, sarebbero rimasti nella casa della donna, nel rione popolare di San Giovanni.

"Non ci sono elementi per indirizzare le indagini verso un'ipotesi piuttosto che un'altra", dice il Procuratore capo di Trieste, Antonio De Nicolo, che coordina le indagini. La Procura ha aperto un fascicolo a carico di ignoti.

Liliana vive con il marito Sebastiano, fotografo in pensione. "Sono distrutto. Ho un dolore molto forte per la mancanza di una persona con cui stavo vivendo momenti felici, ma ho molta fiducia nella Polizia e nella magistratura", ha riferito l'uomo.

Tuttavia, secondo le ricostruzioni, la loro relazione avrebbe attraversato un periodo di crisi negli ultimi tempi. "Giorno per giorno – ricorda Visintin – escono notizie di persone che hanno visto mia moglie o che si incontrano con mia moglie a mia insaputa da mesi". Tra cui ad esempio anche quella di un uomo di oltre 80 anni "che dice che ogni martedì Liliana va a sistemare casa sua e che gli ha detto che vuole lasciarmi".

Visentin, però, non conosceva l'esistenza di quell'individuo: "Mi è caduto il mondo addosso, sono affermazioni che ho difficoltà a capire e su cui chi le fa dovrà rispondere in futuro".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.