Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Perugia. Lunghi anni di violenze e soprusi. Botte e minacce: "Ti sfregio con l'acido". Poi le denunce: Il marito condannato a 3 anni.

Immagine della notizia (Miniatura di BraccioDaMontone su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Perugia. Lunghi anni di violenze e soprusi. Botte e minacce: "Ti sfregio con l'acido". Poi le denunce: Il marito condannato a 3 anni.

Umiliata e picchiata per anni. Pure mentre allattava la bambina appena nata. Nemmeno davanti alla neonata si era fermata la violenza di quell'uomo che adesso è stato condannato a 3 anni e mezzo di reclusione.

Il 47enne moldavo è accusato di aver anche picchiato la figlia quando la piccola aveva solo 4 anni. Nel lunghissimo capo di imputazione è riportato infatti che "nel 2007, rientrato a casa ubriaco, aveva preso per il braccio la bambina e l'aveva riempita di calci, pugni e schiaffi". Solo l'intervento della mamma l'aveva salvata dalle botte del padre. E in quell'occasione la vittima decise di denunciarlo e andare via di casa.

Ma l'uomo trovò il posto in cui lei si rifugiava e iniziò a contattarla con insistenza vincendo le resistenze della donna che, anche a causa dell'assenza di un lavoro con cui potersi mantenere, alla fine aveva acconsentito a tornare a vivere con lui. Dietro remissione di querela.

Così l'inferno per la vittima era nuovamente dietro l'angolo. L'uomo la minacciava spesso di "sfregiarle il volto con l'acido". Una volta "rientrato in casa a notte fonda ubriaco, trovando la moglie che dormiva, le aveva spinto con forza la testa contro il cuscino nel tentativo di soffocarla".

Anche in quell'occasione la donna lo aveva denunciato. Ci sono voluti altri 7 anni però per arrivare alla misura cautelare, emessa dal gip nel 2019.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍