Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Udine. Omicidio Aurelia Laurenti a Roveredo. Una breve colluttazione con il marito, poi le 19 coltellate che le stroncarono la vita.

Immagine della notizia (Miniatura di LessOrMore su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Udine. Omicidio Aurelia Laurenti a Roveredo. Una breve colluttazione con il marito, poi le 19 coltellate che le stroncarono la vita.

Tra Aurelia Laurenti e suo marito Giuseppe Forciniti ci fu una breve colluttazione in casa. Dapprima lei brandì un coltello, forse per tenere lontano l'ormai ex compagno, procurandogli lievi ferite alle mani e una sull'addome. Poi, quell'arma fu impugnata da entrambi e Aurelia fu ferita al volto e al collo.

Infine fu la sola mano di Giuseppe ad afferrare la lama e ad infliggere le quattro ferite mortali al collo della vittima, recidendole arterie e vie respiratorie, la notte tra il 25 e il 26 novembre 2020 a Roveredo in Piano (Pordenone).

A ricostruire gli ultimi istanti di vita di Aurelia è stato il medico legale chiamato a testimoniare nella scorsa udienza tenutasi alla Corte d'Assise di Udine. Un dramma nato da una relazione fortemente in crisi, come testimoniato sia dalla psicologa contattata dalla coppia per una conciliazione, sia dai genitori dell'imputato, che partirono in auto da Rossano, in Calabria, alla volta di Pordenone quella notte stessa.

Difficoltà determinate dal tradimento dell'uomo con un'altra donna e dalla scarsa considerazione della vittima nei confronti del compagno. Nel mezzo, la vita di due bambini ora rimasti senza genitori.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.