Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Novellara. Omicidio Saman Abbas. Danish Hasnain respinge le accuse di fronte al gip: "Non ho ucciso nessuno, mi hanno incastrato".

Immagine della notizia (Miniatura di Andreab82 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Novellara. Omicidio Saman Abbas. Danish Hasnain respinge le accuse di fronte al gip: "Non ho ucciso nessuno, mi hanno incastrato".

"Mi hanno incastrato". Così Danish Hasnain davanti al giudice. Lo zio di Saman Abbas, accusato di aver ucciso la nipote, ha parlato per oltre due ore durante l'interrogatorio di garanzia tenutosi ieri, 24 gennaio 2022. Il 34enne ha inoltre sostenuto che Saman potrebbe essersi allontanata volontariamente. Il fratello Shabbar (padre della vittima) invece vorrebbe incastrarlo per motivi economici.

L'uomo è apparso "calmo, tranquillo, coerente", ha riferito il suo avvocato. "Saman? L'aveva vista la sera prima della scomparsa: con lei aveva ottimi rapporti, ha detto, affettuosi. Ventila l'ipotesi che il fratello Shabbar abbia imbeccato il figlio minore: Danish e Shabbar sono comproprietari di un terreno in Pakistan, se lui venisse condannato il terreno andrebbe tutto a Shabbar", spiega il legale.

Il ragazzino è il teste chiave dell'accusa: la scorsa estate ha riferito che lo stesso zio, quella sera, gli aveva detto di aver eliminato la sorella, che andava zittita dopo aver svergognato la famiglia. Saman qualche mese prima aveva denunciato i parenti perché volevano costringerla a un matrimonio combinato in Pakistan.

Riguardo alle immagini del 29 aprile che lo immortalavano con pala e sacco inseme ai due cugini della ragazza, Danish ha detto: "Stavamo andando a fare lavori nell'orto". Come spiega la latitanza e le false generalità al momento dell'arresto a Parigi? "Dice che voleva aspettare che le acque si calmassero poi sarebbe tornato in Italia. Non accusa nessuno ma fa capire che ci sono cose su cui indagare", ha chiosato il suo avvocato.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.