Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Cave. Omicidio Carmen Vernica del maggio 2019. L'ex compagno Antonio Brigida condannato in primo grado all'ergastolo.

Immagine della notizia (Miniatura di RGiannotti1 su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Cave. Omicidio Carmen Vernica del maggio 2019. L'ex compagno Antonio Brigida condannato in primo grado all'ergastolo.

Aveva sparato alla moglie, scaricando tutti i colpi della pistola, nell'ultimo giorno di convivenza. Dopo la lite, aveva impugnato l'arma da fuoco e, mentre la moglie era in bagno, aveva esploso la raffica di colpi. Circa sette proiettili, alcuni sparati anche sul cadavere agonizzante. È così che tre anni fa a Cave in provincia di Roma, Antonio Brigida, 59 anni, tolse la vita alla moglie Carmen Vernica, quattordici anni più giovane.

Per quel femminicidio senza pietà, consumatosi il 7 maggio 2019 nel piccolo borgo nei pressi di Tivoli, Antonio Brigida è stato condannato all'ergastolo. Carmen Vernica, di origini romene, 45 anni, con una figlia di 30, era morta nel bagno di casa mentre prendeva le ultime cose da portare via. L'ultimo giorno in casa col marito, dopo una lunga separazione dentro lo stesso appartamento.

La Corte d'Assise di Roma ha inflitto il fine pena mai per l'uomo. Secondo i giudici si è trattato di un omicidio premeditato ai danni della coniuge dalla quale si stava separando. Nella sentenza, però, è stata esclusa l'aggravante della crudeltà, nonostante l'azione delittuosa sarebbe stata portata a termine in due fasi. L'uomo infatti avrebbe infierito sul corpo della moglie, sparando anche quando era già agonizzante o probabilmente morta.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.