Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

San Leonardo di Cutro. Omicidio Vincenza Ribecco. Per l'ex marito si sarebbe trattato di un incidente: "Non volevo ucciderla".

Immagine della notizia (Miniatura di L'osservatore su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

San Leonardo di Cutro. Omicidio Vincenza Ribecco. Per l'ex marito si sarebbe trattato di un incidente: "Non volevo ucciderla".

Vincenza Ribecco, la donna uccisa lo scorso 8 marzo dall'ex marito, Alfonso Diletto, a San Leonardo di Cutro in provincia di Crotone, non aveva aperto all'uomo quando questi ha suonato il campanello di casa, come si era ipotizzato in un primo tempo.

La 60enne è morta per un colpo di pistola che, secondo Diletto, era partito accidentalmente e aveva attraversato la porta finestra dell'abitazione, provocando il decesso istantaneo della vittima, raggiunta dal proiettile al cuore.

L'uomo ha collaborato con i Carabinieri, affermando di non aver avuto alcuna intenzione di uccidere. La versione fornita dal 69enne è al vaglio degli inquirenti, che però dubitano della veridicità di tale ricostruzione e ritengono che Diletto abbia agito con premeditazione, tanto da contestargli, nel momento del fermo, l'aggravante specifica.

Secondo quanto appreso, l'uomo era geloso dell'ex moglie, sospettando che avesse una nuova relazione (non riscontrata comunque dai militari) e voleva riprendere il rapporto con lei. Una situazione che avrebbe provocato nella donna uno profondo stato d'ansia, dovuto alle pressioni dell'ex compagno nei suoi confronti.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.