Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Brescia. Omicidio Cristina Maioli. Confermata anche in Appello l'assoluzione del marito. Il pg aveva chiesto 21 anni di reclusione.

Immagine della notizia (Miniatura di Wolfgang Moroder su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Brescia. Omicidio Cristina Maioli. Confermata anche in Appello l'assoluzione del marito. Il pg aveva chiesto 21 anni di reclusione.

La Corte d'Appello ha confermato l'assoluzione di Antonio Gozzini, l'anziano che nell'ottobre del 2019 aveva ucciso la moglie Cristina Maioli nella loro abitazione a Brescia.

Il procuratore generale aveva ritenuto l'imputato capace di intendere e di volere, avanzando la richiesta di condanna a 21 anni di reclusione. La Corte però ha confermato la sentenza di primo grado che riconosceva all'uomo la totale incapacità di intendere e di volere poiché affetto da una patologia denominata "disturbo delirante di gelosia".

Una tesi sostenuta nel processo di primo grado sia dal perito nominato dalla Procura di Brescia, sia dal consulente della difesa. Il verdetto sollevò polemiche e farà discutere anche la conferma in Appello dell'assoluzione. Le motivazioni della sentenza saranno rese note entro 60 giorni.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.