Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Castelnovo Sotto. Omicidio Tiziana Gatti. La figlia della vittima agli inquirenti: "Mia madre è stata uccisa con un pugnale".

Immagine della notizia (Miniatura di Bruco17 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Castelnovo Sotto. Omicidio Tiziana Gatti. La figlia della vittima agli inquirenti: "Mia madre è stata uccisa con un pugnale".

Tre ore in Procura, trascorse a rispondere alle domande di chi sta indagando sull'omicidio della madre, trascorse a descrivere la scena del suo compagno che la uccide. Le dichiarazioni nell'immediato potevano essere state dettate dalla disperazione e dal terrore, ma quelle fornite venerdì scorso sono ufficiali.

E "il resoconto della mia assistita è stato il medesimo" dice l'avvocata Alice Minari, che rappresenta le parti offese, e quindi anche il vedovo e l'altro figlio della vittima. La 35enne figlia di Tiziana Gatti è considerata dalla Procura testimone oculare dell'aggressione mortale ai danni della madre, e lo è anche il suo bimbo di 5 anni, che non è escluso possa essere sottoposto a incidente probatorio.

I due erano seduti sul divano e la scala sulla quale Tiziana sarebbe stata scaraventata era davanti ai loro occhi. Entrambi ricordano ogni attimo della mattina di lunedì scorso, e sono ricordi che aggravano ancora di più la posizione del 36enne Tukpeh Osborne.

Si è parlato di una spinta data dall'uomo a Tiziana, del fatto che possa essere stata quella la causa della morte: lo chiarirà l'autopsia. Ma la figlia della vittima non ha dubbi: il pugnale è stato brandito dal compagno, la madre non si è ferita cadendoci sopra.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.