Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Rescaldina. Omicidio Carol Maltesi. L'ordinanza del gip: Uccisa perché si voleva allontanare da Fontana e seguire le proprie aspirazioni.

Immagine della notizia (Miniatura di parrocchiarescaldina.it)

Rescaldina. Omicidio Carol Maltesi. L'ordinanza del gip: Uccisa perché si voleva allontanare da Fontana e seguire le proprie aspirazioni.

Davide Fontana ha ucciso Carol Maltesi non per un gioco erotico finito male, ma durante il rapporto. E con una chiara intenzione, secondo chi indaga: "Poiché non poteva accettare di vivere senza la ragazza che tra la fine del 2021 e l'inizio del 2022, gli aveva comunicato che intendeva lasciare Rescaldina e trasferirsi fra il Veronese, dove risiedeva il figlioletto, e Praga".

Lo scrive la gip di Brescia, Angela Corvi, nell'ordinanza di convalida del fermo del bancario reo confesso dell'omicidio della 26enne. "Pure acconsentendo a che la Maltesi, di cui si è rappresentato follemente innamorato, intrattenesse relazioni anche con uomini diversi - spiega la giudice - non poteva assolutamente accettare che se ne andasse lontano, abbandonandolo".

"E così, le toglieva barbaramente la vita, durante un gioco erotico che avevano concordato, approfittando della evidentemente incondizionata fiducia che la giovane riponeva in lui". Non solo, "l'indagato ha integralmente confessato i delitti, rivelando altresì il movente, di evidente natura passionale".

La giudice spiega inoltre che Fontana ha ucciso "una giovanissima donna, madre di un bimbo ancora in tenera età, colpevole soltanto di volere seguire i propri progetti e aspirazioni lontano dall'indagato".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.