Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Ferrara. Aveva abusato della figlia di Atika Gharib: Altri 2 anni di pena per Mohamed Chamekh, già condannato all'ergastolo.

Immagine della notizia (Miniatura di Vanni Lazzari su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Ferrara. Aveva abusato della figlia di Atika Gharib: Altri 2 anni di pena per Mohamed Chamekh, già condannato all'ergastolo.

È stato condannato a 2 anni e 10 mesi di reclusione Mohamed Chamekh, l'uomo già condannato all'ergastolo per aver ucciso e bruciato il corpo della sua ex compagna Atika Gharib, a processo per aver anche violentato la figlia 15enne di lei.

L'abuso, secondo la Procura di Ferrara, è avvenuto nell'agosto del 2019, proprio pochi giorni prima del terribile omicidio, e probabilmente sua origine, accompagnato anche dal furto dell'auto di Gharib e di numerosi documenti personali: passaporto, carta di soggiorno, carta d'identità, carte bancomat, blocchetti degli assegni e passaporti delle figlie.

"Finalmente è terminata l'intera vicenda" – commenta l'avvocata Marina Prosperi, che assiste la figlia di Gharib. "Questo era l'inizio da cui originò tutto l'episodio che poi si è concluso con l'uccisione di Atika: la madre che difendeva la figlia dal tentativo di violenza, che l'ha portata a denunciare, e lui che si è vendicato fino all'uccisione. Sono pene molto pesanti, sia nel giudizio della Corte d'Assise di Bologna che del Gip di Ferrara. Si mette un punto e si spera di ricominciare con serenità".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.