Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Biancavilla. Omicidio Valentina Salamone. La famiglia della vittima si oppone all'archiviazione delle indagini su "maschio 1".

Immagine della notizia (Miniatura di Archenzo su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Biancavilla. Omicidio Valentina Salamone. La famiglia della vittima si oppone all'archiviazione delle indagini su "maschio 1".

La battaglia della famiglia di Valentina Salamone non si è fermata con la condanna definitiva di Nicola Mancuso. Lo avevano già detto a Roma, in occasione della sentenza della Corte di Cassazione, "adesso vogliamo portare a processo maschio 1". La 19enne di Biancavilla (Catania) fu ammazzata, simulando un suicidio per impiccagione, in una villetta di Adrano nell'estate del 2010.

Mancuso, ex amante della giovane, avrebbe agito con un complice. Le tracce di DNA che hanno inchiodato l'adranita hanno permesso di comprendere che nella scena del crimine c'era anche un'altra persona. I Ris di Messina hanno isolato un DNA diverso che hanno contrassegnato come "maschio 1". Le indagini però non hanno portato, almeno fino ad oggi, a poter scrivere accanto al codice genetico un nome e cognome.

La Procura generale di Catania, che si occupa del caso Salamone da quando è stato avocato alla Procura, ha presentato istanza di archiviazione al gip. Ma i familiari, assistiti dall'avvocato Dario Pastore, si sono opposti. Nei giorni scorsi c'è stata l'udienza davanti alla giudice per le indagini preliminari Maria Ivana Cardillo, che non ha ancora sciolto la riserva. La decisione potrebbe arrivare nelle prossime settimane.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.