Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Ladispoli. Accoltella l'ex compagna e la figlia, poi tenta il suicidio. Le vittime ricoverate in gravissime condizioni in ospedale.

Immagine della notizia (Miniatura di Notafly su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Ladispoli. Accoltella l'ex compagna e la figlia, poi tenta il suicidio. Le vittime ricoverate in gravissime condizioni in ospedale.

È entrato in casa, ha impugnato un coltello da cucina e ha aggredito l'ex compagna 48enne da cui si stava separando e la figlia 17enne che, nonostante le ferite, è riuscita a dare l'allarme. L'uomo, un 49enne, si era nel frattempo inflitto una coltellata all'addome nel tentativo di suicidarsi.

La drammatica vicenda si è consumata in un'abitazione di Ladispoli, centro del litorale romano. Dopo l'intervento dei soccorsi, i tre sono stati trasportati in ospedale. La donna è stata sottoposta a un intervento chirurgico all'ospedale San Camillo. Le sue condizioni sono stazionarie, ma permangono molto gravi.

L'uomo si trova al policlinico Gemelli dove è stato stabilizzato, mentre la figlia è ricoverata al Bambino Gesù di Palidoro. Pur essendo gravemente feriti, entrambi sarebbero fuori pericolo di vita.

Lo studio legale Gasperini Fabrizi Bruzzone ha assunto la difesa dell'uomo. "Consiglio di evitare di sentenziare senza prima sapere cosa realmente è successo. L'unica cosa che in questo momento invece è davvero importante è che tutti i componenti di questa famiglia si salvino", ha detto l'avvocata Serena Gasperini.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.