Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Frosinone. Omicidio Romina De Cesare. Ha confessato l'ex compagno. L'uomo aveva un biglietto: "Non volevo ucciderla".

Immagine della notizia (Miniatura di Pietro Scerrato su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Frosinone. Omicidio Romina De Cesare. Ha confessato l'ex compagno. L'uomo aveva un biglietto: "Non volevo ucciderla".

È stato disposto il fermo per Pietro Ialongo, accusato di omicidio aggravato nei confronti dell'ex compagna Romina De Cesare. Gli agenti hanno ritrovato un biglietto dove l'uomo aveva appuntato alcune frasi, tra cui la confessione del delitto: "Non volevo ucciderla. La amo", avrebbe scritto.

Il 38enne, non accettando la nuova frequentazione della sua ex compagna, al rientro da una serata fuori l'avrebbe dapprima strangolata e successivamente accoltellata più volte, abbandonandola in una pozza di sangue, per poi darsi alla fuga.

Nel frattempo, i Carabinieri di Sabaudia avevano notato aggirarsi sul litorale pontino, in stato confusionale, l'ex fidanzato della vittima con escoriazioni e graffi.

Durante la fuga l'uomo avrebbe tentato il suicidio, provando a strangolarsi e a tagliarsi le vene, ma non ci è riuscito. Una volta giunto sul promontorio del Circeo, avviatosi verso la spiaggia di Sabaudia, avrebbe anche tentato invano di annegarsi.

Dalle indagini è emersa l'esistenza di una serie di contrasti tra la vittima e l'ex fidanzato, avvenuti a seguito della nuova relazione della donna con un'altra persona. Successivamente i pm di Frosinone e Latina hanno interrogato l'uomo, che ha ammesso la sue responsabilità nell'ambito dell'omicidio dell'ex compagna.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.