Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Napoli. Omicidio Ornella Pinto. La pubblica accusa ha chiesto l'ergastolo per l'ex compagno Pinotto Iacomino.

Immagine della notizia (Miniatura di Armando Mancini su Flickr, licenza CC BY-SA 2.0)

Napoli. Omicidio Ornella Pinto. La pubblica accusa ha chiesto l'ergastolo per l'ex compagno Pinotto Iacomino.

Il sostituto procuratore di Napoli, Fabio De Cristofaro, ha chiesto l'ergastolo per il marito di Ornella Pinto, la 40enne uccisa il 13 marzo 2021 nella sua abitazione del quartiere San Carlo all'Arena di Napoli. A renderlo noto è Il Corriere del Mezzogiorno.

L'uomo avrebbe messo fine alla vita dell'ormai ex compagna con dodici coltellate. Una violenza inaudita consumata all'alba proprio nella camera accanto a quella del loro bambino che aveva soltanto 3 anni. Nel cuore della notte si sarebbe intrufolato in quella casa che poco prima aveva dichiarato di voler lasciare per compiere il delitto. Poche ore dopo si costituì alla stazione dei Carabinieri di Montegabbione, vicino Orvieto, in Umbria.

L'accusato sarebbe stato lasciato da Ornella due settimane prima. Secondo la Procura si sarebbe trattato di un femminicidio premeditato. Di qui la richiesta dell'ergastolo formulata dal sostituto procuratore ai giudici della prima sezione della Corte di Assise di Napoli, al termine di una lunga requisitoria, durata cinque ore, sul tragico destino di Ornella.

Ad assistere in aula anche le due sorelle di Ornella, il papà e la madre. Poco prima di morire, Ornella avrebbe chiesto aiuto proprio ad una delle sorelle, attraverso una telefonata, implorando: "Aiutami, sto morendo".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.