Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Padova. Tentato omicidio Sandra Pegoraro. Fattorelli ha confessato di aver aggredito l'ex convivente. Il gip ha convalidato il fermo.

Immagine della notizia (Miniatura di Zairon su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Padova. Tentato omicidio Sandra Pegoraro. Fattorelli ha confessato di aver aggredito l'ex convivente. Il gip ha convalidato il fermo.

Ha confessato l'aggressione e le coltellate alla ex convivente, inferte più volte fino quasi a ucciderla. Fermato mercoledì scorso a Padova per tentato omicidio, il 50enne Stefano Fattorelli ha ammesso di aver cercato di togliere la vita alla 51enne Sandra Pegoraro, la donna che lo aveva lasciato.

Le ammissioni, si apprende da fonti giudiziarie, sono state fatte dall'uomo nel corso dell'udienza di convalida, al termine della quale il Gip ha confermato il fermo per tentato omicidio e disposto la custodia cautelare in carcere.

Fattorelli ha alle spalle un passato di maltrattamenti verso le donne. Era già stato condannato nel 1999 per l'omicidio dell'allora fidanzata Wilma Marchi. Dopo avere espiato la pena, ha ricevuto una seconda condanna per stalking.

L'aggressione nei confronti dell'ex convivente è avvenuta intorno alle 11.30 del 10 maggio. La donna è stata subito ricoverata in ospedale e, grazie alle cure dei sanitari, è riuscita a sopravvivere. Era stato un vicino di casa a chiamare i soccorsi, preoccupato per le urla che provenivano dall'appartamento della vittima, nel quartiere Arcella.

In seguito all'accaduto, il 50enne è fuggito, ma i Carabinieri di Padova l'hanno rintracciato poco dopo, non molto distante dall'abitazione dove viveva con la vittima. Quando si è trovato accerchiato dai militari, Fattorelli non ha opposto resistenza e si è consegnato senza dire una parola.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.