Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Novellara. Omicidio Saman Abbas. Rinviati a giudizio i genitori latitanti, lo zio Danish e i due cugini estradati.

Immagine della notizia (Miniatura di Andreab82 su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Novellara. Omicidio Saman Abbas. Rinviati a giudizio i genitori latitanti, lo zio Danish e i due cugini estradati.

Sono stati tutti rinviati a giudizio i familiari di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa da Novellara (Reggio Emilia) il 30 aprile dello scorso anno e che sarebbe stata uccisa per aver rifiutato un matrimonio combinato organizzato dai parenti con un cugino in patria.

Nel processo, che si aprirà il 10 febbraio 2023, rispondono in concorso di sequestro di persona, omicidio e soppressione di cadavere i genitori della ragazza, lo zio Danish Hasnain e i due cugini, Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq.

I genitori della giovane sono tuttora latitanti in Pakistan. Lo zio e i cugini rinviati a giudizio invece erano fuggiti all'estero, ma sono stati rintracciati, arrestati e rimpatriati a Reggio Emilia.

Secondo la testimonianza del fratello minore della vittima, a compiere materialmente il delitto sarebbe stato lo zio Danish, con l'appoggio dei parenti che volevano punire Saman perché voleva ribellarsi alle tradizioni della famiglia e andarsene di casa.

Le parti civili ammesse al processo risultano il Comune di Novellara, l'associazione Penelope, che si occupa di persone scomparse, l'Unione dei Comuni della Bassa reggiana, il fratello minore di Saman e l'Ucoii, l'Unione delle comunità islamiche italiane.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.