Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Mascalucia. Omicidio della piccola Elena. L'autopsia: Più di 11 fendenti e una lenta agonia. Fermo convalidato per la madre.

Immagine della notizia

Mascalucia. Omicidio della piccola Elena. L'autopsia: Più di 11 fendenti e una lenta agonia. Fermo convalidato per la madre.

"I colpi sono stati inferti con un'arma compatibile con un coltello da cucina (non ancora trovato) e sono più di undici. Uno solo è stato letale perché ha reciso i vasi arteriosi dell'arteria succlavia ma la morte non è stata immediata. Il decesso è intervenuto dopo più di un'ora dal pasto che la bimba aveva consumato a scuola intorno alle ore 13.00".

Sono queste le anticipazioni della relazione, che deve essere ancora depositata dal medico legale Giuseppe Ragazzi, dopo l'esame autoptico sul corpo della piccola Elena, uccisa dalla madre Martina Patti, 23 anni, lunedì scorso a Mascalucia (Catania).

La bambina di 5 anni è stata ritrovata cadavere lo scorso 14 giugno, dopo il crollo della mamma che, braccata dai Carabinieri e dopo un lungo interrogatorio, ha confessato l'omicidio. La stessa ha indicato il luogo dove aveva seppellito la figlia, in un campo incolto a circa 600 m dalla villetta dove viveva con la piccola.

Intanto in tarda mattinata, come era prevedibile, la gip di Catania, Daniela Monaco Crea, ha convalidato il fermo e disposto la custodia in carcere per la donna. I reati contestati sono omicidio premeditato e pluriaggravato e occultamento di cadavere.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.