Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Bolzano. Omicidio Fatima a San Candido. Il marito: "Chiedo scusa ai familiari e chiedo perdono a Dio per quello che è successo".

Immagine della notizia (Miniatura di Tuxyso su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 3.0)

Bolzano. Omicidio Fatima a San Candido. Il marito: "Chiedo scusa ai familiari e chiedo perdono a Dio per quello che è successo".

Nella scorsa udienza in tribunale a Bolzano, ha voluto rendere dichiarazione spontanee il 40enne pachistano Mustafa Zeeshan, accusato dell'omicidio volontario aggravato di sua moglie Fatima, avvenuto nell'abitazione che la coppia condivideva a Versciaco, frazione di San Candido.

La vittima aveva 28 anni ed era all'ottavo mese di gravidanza. Venne uccisa la notte tra il 29 e il 30 gennaio 2020, dopo essere stata picchiata e soffocata.

L'imputato non aveva mai parlato al processo, né ha mai ammesso di essere l'autore del delitto. A sorpresa, però, durante la scorsa udienza, ha chiesto di rilasciare una sua deposizione. In aula erano presenti anche i familiari della vittima: i genitori, due sorelle e due fratelli, giunti appositamente dal Pakistan.

Proprio a loro si è rivolto Mustafa: "Porgo le mie condoglianze e chiedo scusa dal profondo del mio cuore per quello che è successo. Chiedo molte volte scusa alla mamma di Fatima e a tutta la sua famiglia. Mi dispiace. Chiedo perdono a Dio e a loro, chiedo scusa. Ringrazio la Corte, gli avvocati e tutte le persone che mi stanno aiutando".

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.