Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Sale (Alessandria). Omicidio Norma Mergardi. Un 24enne avrebbe ucciso l'insegnante per un debito economico.

Immagine della notizia (Miniatura di Terensky su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Sale (Alessandria). Omicidio Norma Mergardi. Un 24enne avrebbe ucciso l'insegnante per un debito economico.

Norma Megardi, l'insegnante d'inglese 74enne di Sale (Alessandria) scomparsa lo scorso 20 giugno e ritrovata morta pochi giorni dopo, sarebbe stata uccisa da Luca Orlandi, un imprenditore agricolo 24enne residente in paese, per un debito di circa 2.600 euro, corrispondente probabilmente al canone di locazione, mai riscosso, di un capannone e di un terreno di proprietà della donna.

Il giovane è accusato di omicidio volontario, incendio e distruzione di cadavere. La vittima era stata trovata carbonizzata all'interno della propria auto. Orlandi ha ammesso le proprie responsabilità. L'udienza di convalida del fermo, da quanto si apprende, è stata fissata per oggi, lunedì 27 giugno.

Il reo confesso ha spiegato che, accecato dall'ira e al culmine di un litigio, ha investito la donna con la propria auto, uccidendola. Secondo il racconto del ragazzo, si sarebbe sbarazzato del corpo e dell'auto della 74enne dandoli alle fiamme in località Cascina San Pio.

Gli inquirenti credono che il movente del delitto sia legato a motivazioni economiche. Stando a quanto ricostruito, infatti, ci sarebbero questioni legate ai canoni di locazione mai riscossi dalla vittima o, forse, alla ventilata vendita di alcuni terreni e di un capannone agricolo sito nella pianura alessandrina vicino al Po.

Tra la famiglia di Luca Orlandi e Norma Megardi, infatti, ci sarebbero stati dei rancori alimentati dal mancato pagamento di una parte - poco più di 2.500 euro - dell'affitto dovuto.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍