Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Savona. Omicidio Nadia Zanatta. Fatale per la vittima una coltellata alla schiena. Organizzati per domani i funerali congiunti.

Immagine della notizia (Miniatura di Antonello Piccone su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Savona. Omicidio Nadia Zanatta. Fatale per la vittima una coltellata alla schiena. Organizzati per domani i funerali congiunti.

È stata la coltellata inferta alla schiena a provocare la morte di Nadia Zanatta, 57 anni, dipendente comunale, la donna uccisa dal marito Antonino Santangelo, agente di commercio in pensione di 64 anni, nei giorni scorsi nel loro appartamento nel centro di Savona.

La lama le ha forato un polmone causando la morte per dissanguamento. È quanto emerso dall'autopsia eseguita, su incarico della pm Elisa Milocco, dall'anomopatologa Benedicta Astengo. Dopo l'omicidio l'uomo si è suicidato, gettandosi da una finestra dell'abitazione, posta al quinto piano.

La Polizia conferma che non c'erano state denunce per maltrattamenti o accessi al pronto soccorso della donna con la presenza di lesioni. Pare invece che l'uomo si fosse sottoposto a visite per problemi psicologici.

Un vicino avrebbe riferito agli inquirenti di averlo visto più cupo e con atteggiamento solitario. Anche su di Santangelo è stata compiuta l'autopsia, soprattutto per accertare se prima dell'omicidio avesse preso dei farmaci. Per l'esame tossicologico i risultati arriveranno non prima di 50 giorni.

Intanto, come riporta Telenord, i figli hanno deciso che l'ultimo saluto ai genitori avverrà insieme. Il vescovo Calogero Mannino celebrerà i funerali domani, venerdì 8 luglio 2022 alle 15:30 nel Duomo di Savona.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍