Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Torino. Condannato in primo grado, ma assolto in Appello. "La ragazza lo ha indotto a osare": Non è stupro.

Immagine della notizia (Miniatura di Mister No su Panoramio e Wikimedia Commons, licenza CC BY 3.0)

Torino. Condannato in primo grado, ma assolto in Appello. "La ragazza lo ha indotto a osare": Non è stupro.

Era stato condannato in primo grado per aver violentato la conoscente nel bagno di un locale. Lui era arrivato, le aveva tirato giù i pantaloni e l'aveva costretta ad un rapporto sessuale dopo che lei aveva bevuto. Ma per i giudici della Corte d'Appello non è stupro perché la vittima, con il suo comportamento, avrebbe indotto l'imputato a osare.

Così a Torino una toga ha ribaltato la sentenza di primo grado con cui un giovane era stato condannato a due anni di reclusione per un fatto avvenuto nel 2019 in un locale del centro del capoluogo piemontese.

Lei era ubriaca ma a processo ha sempre sostenuto: "Gli dissi chiaramente: non voglio". Tuttavia, secondo i giudici della Corte d'Appello la ragazza "alterata per un uso smodato di alcol (...) provocò l'avvicinamento del giovane che la stava attendendo dietro la porta". Non solo, lei avrebbe anche lasciato la porta aperta come invito.

Come si spiega poi il fatto che la cerniera dei pantaloni della parte lesa si sia anche rotta? "Nulla può escludere che sull'esaltazione del momento, la cerniera, di modesta qualità, si sia deteriorata sotto forzatura" dicono i giudici che hanno assoluto l'imputato.

Una verdetto che farà discutere. Il sostituto procuratore generale ha parlato di sentenza illogica e presenterà ricorso in Cassazione.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍