Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Cuneo. Due 15enni hanno denunciato di essere state violentate nei bagni di un parco acquatico del Cuneese. Indagano i Carabinieri.

Immagine della notizia (Miniatura di Flesiot su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Cuneo. Due 15enni hanno denunciato di essere state violentate nei bagni di un parco acquatico del Cuneese. Indagano i Carabinieri.

Carabinieri e Procura di Cuneo stanno indagando da circa un mese, per fare luce riguardo una denuncia di stupro, consumatosi all'interno dei bagni di una piscina del cuneese. A sporgere denuncia, la mamma di una delle due studentesse 15enni vittime della violenza, dopo la confessione disperata della figlia rientrata molto turbata dalla giornata trascorsa in piscina.

Le due studentesse di prima superiore, avevano trascorso la giornata estiva con un gruppo di amici presso la struttura acquatica, decidendo però di rientrare un po' più tardi per godersi l'ultimo sole. Rimaste loro due da sole sarebbero state avvicinate e importunate da un branco di ragazzi che, con atteggiamenti volgari e inappropriati, avrebbero sottratto loro alcuni oggetti personali, tra cui un telefonino e degli occhiali.

A quel punto le due sarebbero state intimate che per riavere indietro i loro effetti personali, avrebbero dovuto seguirli in bagno. Costrette ad accompagnare i ragazzi nelle toilette per farsi restituire gli oggetti sottratti, le giovani si sarebbero ritrovate a subire proprio lì le violenze sessuali dei loro carnefici.

La ragazzina, dopo essersi confidata con la madre, è stata trasportata in ambulanza all'ospedale, per i dovuti accertamenti e il supporto psicologico. Nonostante fosse pieno giorno, nessuno sembra essersi accorto di quanto le due 15enni stavano subendo.

Proseguono quindi da parte delle forze dell'ordine, secondo le indicazioni delle giovani, le difficoltose indagini per individuare l'identità dei componenti del branco, sui quali come indizio, la notevole quantità di tatuaggi che i presunti stupratori avevano sul corpo.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍