Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Trepuzzi. Una strada della cittadina salentina intitolata a Teresa Russo, vittima di femminicidio nel luglio del 2018.

Immagine della notizia (Miniatura di Lupiae su it.wikipedia.org, licenza CC BY-SA 3.0)

Trepuzzi. Una strada della cittadina salentina intitolata a Teresa Russo, vittima di femminicidio nel luglio del 2018.

Il Prefetto di Lecce ha ritenuto di condividere la scelta dell'Amministrazione Comunale di Trepuzzi, tenuto conto che Teresa Russo è deceduta per mano del marito tra le mura domestiche, e per testimoniare l'impegno della Comunità di Trepuzzi nel respingere ogni forma di abuso e di violenza.

Il Comune di Trepuzzi è stato perciò autorizzato a ridenominare l'attuale via "Enrico Cialdini" in via "Teresa Russo", nata il 4 marzo 1961 e deceduta a Trepuzzi il 16 luglio 2018 come da deliberazione della Giunta Comunale n.196 del 15 novembre 2018.

La denominazione di questa via a Teresa Russo resterà ogni giorno presente nella comunità, sia essa un monito contro la violenza sulle donne e in favore di una cultura di parità.

Il Femminicidio di Teresa Russo, nel quarto anniversario della sua morte, è ancora una ferita aperta nelle Comunità di Trepuzzi e di Novoli che si sono unite per riflettere insieme su come contrastare questo terribile fenomeno radicato nella nostra cultura.

È necessario l'impegno quotidiano per fronteggiare questo dramma dalle dimensioni spropositate. La violenza sulle donne non è un fatto privato, né un fatto di donne ma una tragedia sociale che riguarda tutte e tutti, e rappresenta una profonda ferita per la nostra società.

Le Istituzioni, le associazioni, noi tutti dobbiamo fare di più per rintracciare le modalità che intercettino tempestivamente le richieste d'aiuto, benché silenziose, delle donne molestate, maltrattate, uccise.

Dovremo, come istituzioni, impegnarci ancora di più operando su tutte le fasce di età affinché vengano raggiunti gli obiettivi di uguaglianza giuridica, politica, ma soprattutto sociale; affinché tutto questo venga arginato e sconfitto.

L'Amministrazione Comunale rivolge un sentito ringraziamento alla famiglia di Teresa per la testimonianza, la discrezione e la dignità con cui affronta ogni volta il tormento di tanto dolore.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.‍