Il femminicidio rappresenta qualsiasi forma di violenza esercitata sulle donne (spesso in nome di una sovrastruttura ideologica di matrice patriarcale) allo scopo di perpetuarne la subordinazione e di annientarne la soggettività sul piano psicologico, simbolico, economico e sociale, fino alla schiavitù o alla morte.

Università Roma Tre. Il nuovo centro antiviolenza sarà intitolato a Sara Di Pietrantonio, vittima di femminicidio nel 2016.

Immagine della notizia (Miniatura di Captain Raju su Wikimedia Commons, licenza CC BY-SA 4.0)

Università Roma Tre. Il nuovo centro antiviolenza sarà intitolato a Sara Di Pietrantonio, vittima di femminicidio nel 2016.

È stato deciso nell'ultima seduta del Consiglio di Amministrazione di ateneo: il centro antiviolenza dell'università degli studi di Roma Tre sarà intitolato a Sara Di Pietrantonio, la studentessa di 22 anni, che frequentava la facoltà di Economia a Roma Tre, uccisa dall'ex fidanzato nel 2016.

La proposta è arrivata proprio dagli studenti in sede di Consiglio Accademico. "Il ricordo di Sara deve essere tenuto sempre vivo nella nostra comunità accademica", hanno scritto. L'università ha già trovato i locali di ateneo che ospiteranno il centro: sono già individuati, arredati e anche la Regione Lazio li ha già definiti idonei.

"Prima di attivare il centro antiviolenza occorrerà trovare un'associazione di psicologi e psicoterapeuti che possa occuparsene, grazie al bando aperto pochi giorni fa – spiega a Fanpage.it la dottoressa Francesca Romana Fiorini, membro del Comitato Unico di Garanzia, CUG, di Roma Tre – Qui, però, è già tutto pronto".

Il centro antiviolenza di Roma Tre è costituito da due stanze, entrambe con finestroni verso l'esterno di vetro oscurato per assicurare la privacy di tutte coloro che si rivolgeranno al centro. La prima stanza è un luogo di accoglienza con una prima scrivania per sbrigare le questioni burocratiche e alcuni giochini per intrattenere i bambini, permettendo anche alle mamme di potersi recare nel centro in caso di necessità: si accede direttamente da via Ostiense, al civico 141, fra i nuovi edifici del rettorato e il dipartimento di Giurisprudenza.

La seconda stanza, invece, è il luogo in cui si terranno i colloqui veri e propri. All'interno, almeno per ora, ci sono una sedia, un divano e una lampada e si affaccia su un cortile nascosto rispetto alla strada principale: i vetri oscurati, stavolta, servono a garantire la privacy anche rispetto alla stanza vicina. Il cortile è piuttosto grande con una tettoia e alcune panchine e tutto lo spazio è recintato con delle grate di metallo per oscurare tutto ciò che c'è all'interno dagli spazi fuori al centro.

Quello che nascerà all'interno dell'università degli studi di Roma Tre è uno dei cinque centri antiviolenza voluti dalla Regione Lazio negli atenei del territorio. Come comunicato lo scorso febbraio, oltre a quelli già inaugurati all'università della Tuscia, a Viterbo, lo scorso 13 luglio e in quella di Roma La Sapienza lo scorso 27 luglio, si aggiungeranno presto anche gli spazi di Roma Tre, dell'università di Roma Tor Vergata e di quella di Cassino.

Cara/o utente, spero tu abbia apprezzato il contenuto di questa pagina.

FemminicidioItalia.info è un progetto informativo nato nei primi mesi del 2019 dedicato alla raccolta di dati e notizie su casi recenti e passati di femminicidio in Italia, nonché sul fenomeno della violenza sulle donne nel nostro paese.

Nel corso del tempo lo sviluppo del sito è aumentato a dismisura. Le pagine sono diventate centinaia e le voci di approfondimento sono costantemente monitorate per fornire gli ultimi aggiornamenti. Teniamo traccia delle notizie e riportiamo quelle più importanti avendo sempre cura di citare le fonti per ringraziare i giornalisti del loro arduo lavoro.

Tuttavia la gestione del progetto è diventata anche più complessa e dispendiosa. Se credi nella bontà del nostro operato e ti va di contribuire, potresti darci una mano oppure considerare di effettuare una donazione. Con Brave puoi anche donare i tuoi BAT cliccando sull'icona Basic Attention Token in alto a destra. Anche una piccola somma può significare un grande aiuto affinché il sito rimanga in vita e continui a essere aggiornato. Grazie.